Referendum Costituzionale 29 marzo 2020

Domenica 29 marzo 2020, dalle ore 07.00 alle ore 23.00, si vota per il  referendum costituzionale  avente ad oggetto  “Modifiche agli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari”, approvato dal Parlamento e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana - Serie generale - n. 240 del 12 ottobre 2019.

Come si vota?

Possono votare i cittadini iscritti nelle liste elettorali, che abbiano compiuto il 18° anno di età entro il giorno fissato per il referendum.
L’elettore deve esibire un documento di riconoscimento valido e la tessera elettorale.
All’elettore viene consegnata una scheda con il seguente quesito:  - Approvate il testo della legge costituzionale concernente “Modifiche agli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari”, approvato dal Parlamento e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana - Serie generale - n. 240 del 12 ottobre 2019? –
Alla fine del quesito ci sono due caselle, una con il SI e una con il NO: basta barrare la propria scelta.

Tessera elettorale

Gli elettori sono invitati a verificare se sono in possesso della tessera.
In caso di smarrimento, deterioramento o esaurimento degli spazi per la certificazione al voto, gli elettori possono chiedere il rilascio di una nuova tessera elettorale presso l’Ufficio Elettorale Comunale negli orari di apertura.

 

 

pdfConvocazione dei Comizi

pdfModello opzione residenti all'estero

pdfModello di opzione voto elettori temporaneamente all'estero

docNormativa sul voto a domicilio

 

 

 Referendum 29 Marzo 2020 - Assegnazione spazi di affissione per la propaganda elettorale

 

In occasione delle consultazioni referendarie, ai sensi dell’art. 52 della Legge 25 maggio 1970, n. 352 e s.m.i., l’assegnazione degli spazi di affissione elettorale è destinata ai partiti o gruppi politici  rappresentati in Parlamento nonche' ai comitati  promotori del referendum. (vedi circolare del Ministero dell'Interno n. 9/2020 in allegato)

I soggetti in questione dovranno presentare istanza di assegnazione al Comune entro il 24 Febbraio 2020 (34° giorno antecedente quello di votazione).

 Le relative istanze possono essere trasmesse al Comune con posta ordinaria (purchè pervengano entro il 24 febbraio) , posta elettronica, posta elettronica certificata (PEC) o anche consegnate a mano  presso l'Ufficio protocollo del Comune.

Le domande prodotte dai partiti o gruppi politici presenti in Parlamento dovranno essere sottoscritte dai rispettivi organi nazionali o parlamentari o dai rispettivi organi regionali, provinciali o comunali.

Le domande provenienti dai comitati promotori del referendum dovranno essere sottoscritte da almeno uno dei promotori stessi.

 Le istanze potranno essere sottoscritte anche da persone delegate da parte di uno degli anzidetti soggetti abilitati, purché corredate del relativo atto di delega.

Nessuna autenticazione è richiesta per la sottoscrizione delle domande o delle deleghe.

 

Allegati:

pdfCircolare del Ministero dell' Interno

pdfModulo richiesta spazi per propaganda diretta